Emergenza Covid lavoro domestico

Emergenza Covid: le regole sanitarie da non dimenticare nel lavoro domestico

La crescente emergenza sanitaria per la seconda ondata del Coronavirus impone di ricordare con precisione alcune regole importanti e irrinunciabili per colf, badanti e babysitter. Senza dimenticare l’impegno da parte della famiglia datrice di lavoro di mettere a disposizione di chi presta lavoro domestico gli strumenti necessari: mascherine, gel igienizzante, guanti ed eventuale abbigliamento dedicato, come grembiule e zoccoli di gomma.

Continua a leggere
contratto collettivo domestico

Contratto collettivo domestico: la sicurezza di una associazione che accompagna le famiglie

Contratto collettivo del lavoro domestico: da quando è stato firmato il rinnovo, l’8 settembre scorso, il Web si è popolato di varie notizie sull’argomento. Molte con numerose imprecisioni. Per esempio, sull’entrata in vigore della parte normativa (la data corretta è il primo ottobre) o degli aumenti dovuti a colf, badanti e babysitter (in questo caso dal primo gennaio 2021).

Continua a leggere
Diminuiscono i lavori domestici iscritti all'Inps

Diminuiscono i lavoratori domestici iscritti all’Inps. Sulle regolarizzazioni ancora troppe incertezze

Il Rapporto annuale dell’Inps sul lavoro domestico conferma il trend in atto da qualche anno. E cioè la diminuzione di colf, badanti e babysitter contribuenti del nostro Istituto di previdenza, in quanto in possesso di un regolare contratto di assunzione. Ora sono attestati a quota 848.987, in flessione dell’1,8% (-15.733 in valore assoluto) su base annuale.

Continua a leggere
Lavoro domestico si riparte

Dal 4 maggio anche in Piemonte le colf possono riprendere a lavorare

Dal 4 maggio anche in Piemonte le colf possono riprendere a lavorare. Sono venute meno le limitazioni e i divieti contenuti nelle due precedenti ordinanze della Regione Piemonte che impedivano alle colf di prestare attività lavorativa se non per “esigenze comprovate e indifferibili”.
Nuova Collaborazione si è fortemente impegnata per il raggiungimento di questo obiettivo.
Per badanti e baby sitter, invece, non vi erano state limitazioni.

Continua a leggere