Report 2021 inps

Il report annuale Inps: i lavoratori domestici regolari in crescita del 7,5%

Colf, badanti e babysitter regolarmente assunti nel 2020 sono stati 920.722 (+7,5% rispetto al 2019). Effetto congiunto del lockdown e della “sanatoria” per gli stranieri, rileva l’Inps commentando l’annuale Osservatorio Italiano sul lavoro domestico diffuso in mattinata. L’Istituto di previdenza, inoltre, registra un aumento del +12,8% tra gli italiani, contro un +5,3% degli stranieri. Al Nord, dove si concentra il 50% delle assunzioni, la Lombardia si conferma la prima regione per occupati. Significativo, tuttavia, l’incremento delle regolarizzazioni nel Sud, con un balzo del +14%.

Continua a leggere
Una sede dell'Inps: nel 2021 non aumentano i contributi da versare per colf, badanti e babysitter

Lavoratori domestici: i contributi minimi non aumentano nel 2021. L’indice Istat del 18 gennaio è risultato negativo

I contributi minimi da versare ai lavoratori domestici nel 2021 non variano rispetto a quelli del 2020. Lo conferma l’Inps, dal momento che l’indice Istat pubblicato il 18 gennaio scorso è risultato negativo (-0,03).

Sul sito di Nuova Collaborazione potete trovare le tabelle aggiornate per colf, badanti e babysitter.