In Piemonte limitazioni al lavoro domestico

IL PIEMONTE LIMITA ANCORA IL LAVORO DOMESTICO FINO AL PROSSIMO 3 MAGGIO: UNA NUOVA ORDINANZA

Proseguono le misure più restrittive per il lavoro domestico in Piemonte.

Il decreto del presidente del Consiglio (Dpcm) dell’11 aprile 2020 non ha sospeso il lavoro degli assistenti familiari consentendo, pertanto, a colf, badanti e babysitter di continuare fino al prossimo 3 maggio la propria attività nelle famiglie.

In Piemonte, tuttavia, il lavoro domestico trova una limitazione in quanto dal 14 aprile al 3 maggio potrà essere svolto soltanto da badanti e baby sitter.
Le colf, invece, in forza dell’ordinanza numero 43 del 13 aprile 2020 della Regione Piemonte potranno svolgere nello stesso periodo «mansioni di collaborazione domestica (colf)… soltanto in presenza di esigenze comprovate e indifferibili come da DPGR 39 del 06/04 e 43 del 13/04 e relativi chiarimenti n. 17 e 18».

Che cosa intende la Regione Piemonte per “esigenze comprovate e indifferibili”? «Si intendono riconosciute – precisa la Giunta Cirio in una nota –, a mero titolo esemplificativo, al personale di collaborazione domestica in servizio presso: operatori sanitari, personale comunque coinvolto nella gestione dell’emergenza COVID-19 e personale delle attività non oggetto di chiusura e non oggetto di lavoro agile, persone anziane – o autosufficienti con malattie croniche, o in situazione di fragilità – che hanno difficoltà a adempiere agli acquisti di generi essenziali ed alle attività di igienizzazione dell’abitazione».

Per consultare l’ordinanza 43 del 13 aprile clicca qui
Per approfondire consulta le precisazioni contenute nei Chiarimenti al Dpgr n. 43/2020 cliccando qui