Ferie dei lavoratori domestici

Ferie dei lavoratori domestici: ecco come sono disciplinate

Ferie dei lavoratori domestici. Inizia il periodo estivo delle vacanze, da tutti molto desiderate dopo il difficile periodo di restrizioni per la pandemia. Colf, badanti e babysitter regolarmente assunte debbono poterle organizzare in accordo con la famiglia presso cui lavorano. Il Contratto collettivo nazionale del lavoro domestico – rinnovato lo scorso settembre – dedica l’intero articolo 17 alla loro disciplina con diversi dettagli.

Ferie dei lavoratori domestici

Le regole sono esposte in 12 commi che ribadiscono come “irrinunciabile” il diritto al godimento delle ferie. «Indipendentemente dalla durata e dalla distribuzione dell’orario di lavoro, per ogni anno di servizio presso lo stesso datore di lavoro, il lavoratore ha diritto a un periodo di ferie di 26 giorni lavorativi».

In deroga alla “irrinunciabilità”, specifica il comma 8, «nel caso di lavoratore di cittadinanza non italiana che abbia necessità di godere di un periodo di ferie più lungo», è consentito organizzarsi diversamente. «Al fine di utilizzarlo per un rimpatrio non definitivo, su sua richiesta e con l’accordo del datore di lavoro, è possibile l’accumulo delle ferie nell’arco massimo di un biennio».

Il calcolo e la programmazione

Il periodo tra giugno e settembre è quello indicato come preferibile per godere delle ferie. Anche se, ovviamente, ci si può comunque accordare tra datori di lavoro e assistenti familiari per una soluzione differente.

Le ferie hanno carattere continuativo e possono al massimo essere frazionate in due periodi nel corso dell’anno. «Il lavoratore ha diritto per ciascuna giornata a una retribuzione pari a 1/26 della retribuzione globale di fatto mensile».

Ai fini del calcolo dei giorni di ferie, specifica una nota di chiarimento al Contratto, «la settimana – quale che sia la distribuzione dell’orario di lavoro settimanale – è comunque considerata di sei giorni lavorativi dal lunedì al sabato».

Il personale di Nuova Collaborazione, in ogni caso, è a disposizione dei soci per consigliarli e aiutarli nella gestione del periodo di ferie di colf, badanti e babysitter.