Ammortizzatori sociali

Coronavirus: associazioni datoriali e sindacati scrivono al governo per chiedere ammortizzatori sociali anche per il lavoro domestico

Associazioni datoriali e sindacati hanno scritto il 19 marzo al Governo in merito alle misure di emergenza per il Coronavirus: i lavoratori domestici hanno bisogno degli ammortizzatori sociali di sostegno in deroga (come la cassa integrazione) e degli strumenti di integrazione al reddito.

La lettera è stata inviata al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, al ministro della Sanità Roberto Speranza, ai ministri dell’Economia e della Famiglia, Roberto Gualtieri ed Elena Bonetti. In allegato un “Avviso Comune” con tutti i problemi e i numeri del settore domestico.

La richiesta è stata firmata da Fidaldo (costituita dalle associazioni Nuova Collaborazione, Assindatcolf, ADLD E ADLC) e Domina per parte dei datori di lavoro; da Filcams Cgil, Fisascat Cisl, UilTuCS e Federcolf per parte dei lavoratori, ovvero tutte le sigle firmatarie del Contratto nazionale collettivo del lavoro domestico.