Lavoro domestico si riparte

Dal 4 maggio anche in Piemonte le colf possono riprendere a lavorare

Dal 4 maggio anche in Piemonte le colf possono riprendere a lavorare. Sono venute meno le limitazioni e i divieti contenuti nelle due precedenti ordinanze della Regione Piemonte che impedivano alle colf di prestare attività lavorativa se non per “esigenze comprovate e indifferibili”.
Nuova Collaborazione si è fortemente impegnata per il raggiungimento di questo obiettivo.
Per badanti e baby sitter, invece, non vi erano state limitazioni.

Nuova Collaborazione, in queste settimane, è stata in prima linea con le altre associazioni datoriali e i sindacati per chiedere un sostegno concreto alle famiglie. E fin dalla prima ordinanza del 3 aprile scorso si era impegnata con il Presidente del Piemonte Alberto Cirio per eliminare il divieto di svolgere le attività.

Come regole generali, pertanto, a partire da lunedì 4 maggio, valgono quelle contenute nell’ultimo decreto del Governo Conte per il passaggio dalla fase 1 alla fase 2 della emergenza sanitaria. Chi volesse approfondire i provvedimenti in tema di Coronavirus vigenti in Italia può cliccare qui.

Il personale di Nuova Collaborazione riprenderà progressivamente la presenza negli uffici. In ogni caso, così come è stato in queste settimane di lockdown, c’è la disponibilità della segreteria centrale di Torino e della sede di Milano tramite i cellulari aziendali indicati su questo sito.