Il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo ha convocato il 6 aprile in videoconferenza le organizzazioni sindacali dei lavoratori e le Associazioni dei datori di lavoro domestico. Fra queste c’è la Fidaldo, la Federazione delle Associazioni di datori di lavoro domestico più rappresentative, di cui l’avvocato Alfredo Savia, presidente di Nuova Collaborazione è anche presidente. All’ordine del giorno un confronto sulle problematiche riguardanti il settore del lavoro domestico connesso alla diffusione epidemiologica in atto. La discussione avrà particolare riferimento alla questione già sollevata, dalle parti sociali, degli ammortizzatori sociali da attivare a favore delle famiglie, datori di lavoro, e lavoratori domestici

IL MINISTRO DEL LAVORO CATALFO CONVOCA IL 6 APRILE SINDACATI E ASSOCIAZIONI DATORIALI DEL LAVORO DOMESTICO

Il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo ha convocato il 6 aprile in videoconferenza le organizzazioni sindacali dei lavoratori e le Associazioni dei datori di lavoro domestico. Fra queste c’è la Fidaldo, la Federazione delle Associazioni di datori di lavoro domestico più rappresentative, di cui l’avvocato Alfredo Savia, presidente di Nuova Collaborazione è anche presidente.

All’ordine del giorno un confronto sulle problematiche riguardanti il settore del lavoro domestico connesso alla diffusione epidemiologica in atto. La discussione avrà particolare riferimento alla questione già sollevata, dalle parti sociali, degli ammortizzatori sociali da attivare a favore delle famiglie, datori di lavoro, e lavoratori domestici.

Nuova Collaborazione ha intrapreso iniziative nei confronti del Governo per ottenere misure di sostegno al lavoro domestico

EMERGENZA CORONAVIRUS

NUOVA COLLABORAZIONE IMPEGNATA CON LA FIDALDO A CHIEDERE AL GOVERNO MISURE PER IL LAVORO DOMESTICO

I lavoratori domestici e le famiglie datrici di lavoro versano in una grave crisi a causa dell’emergenza sanitaria determinata dalla pandemia da COVID 19. Nel decreto legge 18/2020 è stata esclusa la Cassa integrazione in deroga per il lavoro domestico e non è ancora chiaro se famiglie e lavoratori saranno destinatari di ammortizzatori sociali o, comunque, provvedimenti di sostegno al reddito.

Continua a leggere
Bonus Baby-Sitter

CORONAVIRUS: BONUS BABY-SITTER

Il bonus Baby-Sitter vale anche per chi ha già un rapporto regolare di lavoro in essere. E verrà accreditato sul libretto famiglia da chi ne faccia richiesta. È una delle misure predisposte dal Governo per affrontare l’emergenza Coronavirus.

Continua a leggere
CassaColf arriva la garanzia "covid-19"

CAS.SA COLF AL FIANCO DEI LAVORATORI DOMESTICI PER COMBATTERE IL CORONAVIRUS

CAS.SA.COLF, la cassa di assistenza sanitaria per i lavoratori del lavoro domestico, in collaborazione con Unisalute, estende le prestazioni a favore di colf, badanti e baby sitter, con garanzie in caso di esposizione al contagio da Covid-19.

Le garanzie sono in vigore dal 21 marzo scorso e hanno efficacia retroattiva dal primo gennaio 2020. Cas.sa Colf erogherà queste prestazioni:

Continua a leggere
Decreto "Cura Italia"

Il decreto “Cura Italia” non considera il lavoro domestico

di Filippo Breccia Fratadocchi

Il decreto “Cura Italia” non prevede ammortizzatori sociali per il lavoro domestico. È un peccato. È una grande delusione sia per i lavoratori domestici sia per i datori di lavoro; in buona sostanza lo Stato non riesce a prendere coscienza del fatto che le famiglie italiane sono anche datori di lavoro, le misure adottate a sostegno della famiglia ce ne danno l’ennesima conferma.

Continua a leggere
Contributi primo trimestre 2020

CORONAVIRUS: RINVIATI A GIUGNO I PAGAMENTI INPS

Nel ”Decreto Cura Italia”, tra i molti provvedimenti presi il 16 marzo dal Governo Conte per far fronte all’emergenza Coronavirus c’è anche il rinvio del pagamento dei contributi  INPS.

Per quanto riguarda il lavoro domestico, i pagamenti relativi ai contributi del 1° trimestre 2020, potranno essere effettuati entro il 10 giugno senza incorrere in sanzioni o interessi.